STORIA

L’Asilo Infantile di Vignate, fortemente voluto dal parroco, Don Ambrogio Sala, e successivamente portato a compimento dal suo successore Don Giulio Biffi, fu solennemente inaugurato nel 1912 dall’Arcivescovo di Milano, Cardinale Andrea Carlo Ferrari.

Alla realizzazione del progetto contribuirono non solo i ricchi proprietari e i benestanti del paese, ma anche l’intera popolazione vignatese che, sollecitata dal parroco, non si tirò indietro avendone comprese l’importanza e la necessità.
L’educazione e l’istruzione dei bambini fu inizialmente affidata alle Suore Adoratrici del Santissimo Sacramento di Rivolta d’Adda.

Nel 1946 le Suore di Rivolta furono sostituite dalla comunità di Suore Serve di Gesù Cristo che gestirono l’asilo fino al 1957; dopodiché a sostituirle furono chiamate nuovamente le Suore di Rivolta.

Tuttavia nel 1990 la Casa Madre di Rivolta comunicò che, a causa della notevole diminuzione delle religiose, dovuta alla scarsità di nuove vocazioni, con l’inizio del nuovo anno, avrebbe ritirato le suore.

La responsabilità educativa della scuola fu assegnata alle Suore Maestre di Santa Dorotea, figlie dei Sacri Cuori di Vicenza, che ancora oggi trasmettono i valori ed il carisma del loro fondatore Giovanni Antonio Farina, proclamato Santo da Papa Francesco il 23 novembre 2014.

Oggi l’Asilo Infantile di Vignate ha assunto le caratteristiche di scuola paritaria, ovvero è riconosciuta a tutti gli effetti quale scuola dell’infanzia del sistema nazionale di istruzione della Repubblica Italiana.
Accoglie bambini, prevalentemente del comune di Vignate, in età prescolare provvedendo alla loro educazione fisica, morale, intellettuale e religiosa nei limiti della loro tenera età ed in collaborazione con la famiglia.

Aderisce inoltre al ADASM (Associazione degli Asili e Scuole Materne) ed è affiliata alla FISM (Federazione Italiana Scuole Materne).